Planck

Dopo COBE e WMAP della NASA, Planck rappresenta la terza generazione di satelliti finalizzati allo studio della radiazione cosmica di fondo, CMB (Cosmic Microwave Background) (si veda T27).  Lanciato dall’ESA il 14 maggio 2009 dalla base di Kourou, nella Guyana francese, dopo circa 8 settimane di viaggio ha raggiunto L2, la sua posizione di osservazione ottimale collocata a 1.5 milioni di Km dalla Terra. Da lì sta tuttora misurando la CMB tramite due strumenti LFI ed HFI, posizionati nel piano focale di un telescopio di 1.5 m di apertura, che operano a frequenze da 30 a 857 GHz.

Planck è progettato per osservare la CMB con una accuratezza senza precedenti migliorando, rispetto al satellite precedente WMAP,  la copertura in frequenza,  la risoluzione angolare e la sensibilità.

I risultati di interesse cosmologico sono attesi per l’inizio del 2013.

Nel 2011, ha già rilasciato i primi risultati di carattere astrofisico il cui prodotto principale consiste nell’ERCSC (Early  Release  Compact  Source  Catalog).  Si tratta di un catalogo di più di 10000 sorgenti di origine galattica ed extra-galattica costituito da undici elenchi, di cui nove relativi alle frequenze di osservazione di Planck, e due estratti con criteri che coinvolgono contemporaneamente le osservazioni a diverse frequenze. Questi ultimi sono l’ECC (Early Cold Core), un elenco di nuclei freddi galattici che si pensa corrispondano a stelle in formazione e l’ESZ (Early Sunyaev-Zeldovich), un elenco di 189 ammassi di galassie, osservati, in particolare, tramite l’effetto SZ: i fotoni della CMB a microonde che giungono a noi passando attraverso il gas caldo, anche milioni di gradi, diffuso negli ammassi di galassie, vengono “riscaldati” e lasciano una “impronta” caratteristica ovvero una diminuzione e un eccesso del segnale cosmico rispettivamente a basse ed alte frequenze.

Identikit del satellite

  • NOME: Planck
  • NAZIONALITA’: Europea (ESA)
  • DATA DI NASCITA: 1992
  • DATA DEL LANCIO IN ORBITA: 14 maggio 2009
  • SEGNI PARTICOLARI: Detentore di (almeno) 5 record:
    1. primo refrigeratore attivo spaziale
    2. primo satellite con rilevatori raffreddati fino a 0.1 Kelvin
    3. primo satellite per lo studio delle anisotropie di CMB con copertura in frequenza da 30 a 857 GHz (74 rilevatori) capaci di misurare anche la polarizzazione
    4. satellite per lo studio della CMB pi sensibile
    5. più di 1000 scienziati e tecnici coinvolti dal 1993 ad oggi
  • STRUMENTI SCIENTIFICI A BORDO:
    • HFI – High Frequency Instrument (100-857 GHz, principal investigator Jean-Loup Puget)
    • LFI – Low Frequency Instrument (30-70 GHz, principal investigator Nazzareno Mandolesi)