Un radiometro di LSPE

Large Scale Polarization Explorer (LSPE), un esperimento su pallone stratosferico finanziato dall’ASI, costituisce la risposta italiana ai tanti progetti in ambito internazionale dedicati alla misura della polarizzazione della radiazione cosmica di fondo. Gli aspetti tecnologici del progetto non sono meno ambiziosi di quelli scientifici: due mosaici indipendenti di rivelatori, rispettivamente basati su tecnologia bolometrica e radiometrica, capaci di raggiungere una sensibilità alcune volte superiore a quella di Planck.

IASF Bo, tra i proponenti dell’esperimento, è pesantemente coinvolto nello sviluppo dello strumento radiometrico: oltre a coordinarne le attività ingegneristiche, l’Istituto è responsabile del criostato che mantiene i rivelatori alla temperatura di 20K, del telescopio, del calibratore e dei test a livello di sistema. Lo strumento utilizza polarimetri compatti ad altissima sensibilità (tecnologia NASA-JPL), appositamente pensati per lavorare in piani focali densamente popolati. Con i suoi 50 elementi sarà il mosaico radiometrico più grande e complesso mai realizzato per misure nelle microonde a bordo di pallone. Una sfida impegnativa che IASF Bo ha accettato con entusiasmo forte dell’esperienza maturata su Planck. LSPE effettuerà un volo notturno durante l’inverno artico del 2014, seguendo una rotta circumpolare attorno al Polo Nord.
Link suggerito: ASI LSPE