ELT

Credito immagine: ESO.

E-ELT (European Extremely Large Telescope) è un progetto scientifico rivoluzionario di ESO per un telescopio di 40 metri, che sarà il più grande telescopio ottico-infrarosso mai costruito. MAORY (Multi-conjugate Adaptive Optics RelaY) è il modulo di ottica adattiva di E-ELT.

Lo studio di Fase A di MAORY è stato coordinato da INAF e si è concluso nel 2009. Sono attualmente in corso le attività preparatorie alla Fase B del progetto. INAF è l’istituto leader del consorzio che eseguirà la progettazione finale e la costruzione dello strumento.

Sei sono le Strutture di Ricerca INAF coinvolte: INAF / Osservatorio Astronomico di Bologna, Istituto di Astrofisica Spaziale e Fisica cosmica Bologna, Osservatorio Astrofisico di Arcetri, Osservatorio Astronomico di Brera, Osservatorio Astronomico di Capodimonte, Osservatorio Astronomico di Padova. Al progetto collabora anche Università di Bologna – Dipartimento di Fisica e Astronomia. Gli altri istituti europei parte del consorzio in via di consolidamento sono Durham University (UK), Observatoire de Paris LESIA (Francia, da confermare), ESO (Germania).

L’attività italiana su E-ELT è supportata grazie a T-REX: un Progetto Premiale selezionato e finanziato dal MIUR e coordinato da INAF / Osservatorio Astronomico di Bologna.

MAORY, che è uno degli strumenti di prima luce di E-ELT, sarà integrato e testato presso IASF-Bologna, prima della consegna ad ESO.

Link suggeriti: E-ELT , MAORY, T-REX