“L’INAF è ente pubblico nazionale di ricerca e ha il compito di svolgere, promuovere e valorizzare la ricerca scientifica e tecnologica nei campi dell’astronomia e dell’astrofisica e di diffonderne e divulgarne i relativi risultati, di promuovere e favorire il trasferimento tecnologico verso l’industria, perseguendo obiettivi di eccellenza a livello internazionale” (Statuto INAF, art. 1).

IASF-Bologna, fondato negli anni ’70, è una struttura dell’INAF e ha sede a Bologna. I suoi obbiettivi scientifici sono lo studio dell’Universo attraverso missioni spaziali. L’Istituto ha svolto un ruolo fondamentale nello sviluppo di strumenti, nelle operazioni e nello sfruttamento scientifico dei dati di molte missioni spaziali, tra cui BeppoSAX, XMM-Newton, Planck, INTEGRAL, Fermi, AGILE. Attualmente contribuisce attivamente alle missioni Euclid, Echo, LOFT.

IASF-Bologna è coinvolto nelle più importanti iniziative divulgative nazionali e internazionali, e partecipa attivamente alla ricerca nel campo della comunicazione della scienza.

IASF-Bologna ha una lunga esperienza nell’organizzazione di eventi divulgativi, da Universo 2000 (4000 visitatori), la mostra per l’anno internazionale della Fisica, 2005, le attività per l’anno internazionale dell’Astronomia, 2009, Arte e Scienza in Piazza 2012 (in collaborazione con Fondazione Golinelli).

IASF-Bologna ha organizzato la sezione di astrofisica per gli eventi della Notte Europea dei Ricercatori 2010 e 2011 (finanziate dall’Unione Europea) e per l’anno internazionale della Chimica, 2011.

Le attività di comunicazione e divulgazione dell’IASF-Bologna sono coordinate dal Direttore, coadiuvato da un gruppo di lavoro per l’EPO (Education & Public Outreach), attraverso diversi strumenti:
– il sito web istituzionale
– contributi al sito Media-INAF
– interazioni dirette con il Comune di Bologna
– organizzazione di eventi per il pubblico
– interazioni dirette con insegnanti delle scuole locali (fasce di età: 6-10, 11-13, 14-18).

Oltre ad aprire le porte dell’istituto al pubblico e alle scuole, organizzando visite alle strutture di ricerca e conferenze multimediali, il POE organizza laboratori didattici e mostre multidisciplinari, avvalendosi anche di collaborazioni e consulenze di insegnanti ed esperti negli specifici settori.