olimpiadiLa lezione strumentale dello “STAGE LOIANO 2-6 settembre 2013” volta allo studio di rivelatori a stato solido e della relativa elettronica di lettura ha permesso a 4 studenti della categoria Junior e a 4 studenti della categoria Senior di acquisire misure sperimentali e di calibrare un sensore di raggi X con sorgenti radioattive.

Lo stage  promosso dall’INAF – Osservatorio Astronomico di Bologna (OABo-INAF), dall’Istituto di RadioAstronomia  (IRA-INAF), dall’Istituto Astrofisica Spaziale e Fisica Cosmica di Bologna (IASFBo-INAF) e dal Dipartimento di Fisica ed Astronomia dell’Università di Bologna, in collaborazione con la Società Astronomica Italiana (SAIt) e con il Comune di Loiano si inserisce nel piano formativo che prevede lezioni ed esercitazioni avanzate presso le infrastrutture INAF,  come ulteriore corso di formazione individuale ed in preparazione alle Olimpiadi Italiane 2014.

Natalia Auricchio, ricercatore tecnologo IASF Bo dello Staff organizzativo, commenta:

-gli Stage di Astrofisica sono un’esperienza unica nel panorama italiano perché riuniscono studenti provenienti da tutta Italia in uno dei luoghi di spicco della ricerca internazionale, dando la possibilità ai ragazzi di entrare di persona nel mondo della ricerca, vivendo per una settimana a fianco dei ricercatori, formandosi ed imparando in una realtà generalmente lontana dal loro mondo;

-il nostro metodo sviluppa la creatività e l’immaginazione degli studenti grazie ad esercitazioni avanzate e laboratori basati sulla sperimentazione diretta e la partecipazione attiva;

-gli esperimenti, inoltre, sono completamente contestualizzati nella realtà spaziale, proprio per far comprendere agli studenti un quadro quanto più possibile completo delle conoscenze e degli obiettivi attuali nel campo della ricerca astrofisica, nell’ottica di far nascere nuove collaborazioni tra il mondo della ricerca e della scuola e di avvicinare i ragazzi alle professioni scientifiche.